venerdì 24 dicembre 2010

Auguri

Carissime amiche blogger e lettori occasionali, 
tanti cari auguri affinchè possiate trascorrere un sereno Natale!


(cliccate sulla scritta "Auguri")

martedì 21 dicembre 2010

Recita persa

Arrabbiata!!!!!! Sono arrabbiata con tutti! Tutti quelli che ci hanno fatto perdere la recita di Natale: MaestraPig, TataPig, GenitoridegliAltriBimbi... e pure me stessa.
L'appuntamento era per ieri alle 16,30, ma poi un avviso in bacheca messo solo ieri mattina (il giorno stesso) diceva che la festa era alle 16.15. Sinceramente ho pensato che questo spostamento di orario fosse solo perchè così si dava il tempo a tutti i genitori di arrivare in modo da far iniziare la recita alle 16,30 in punto. In ogni caso, TataPig sarebbe dovuta arrivare alle 15,45 per guardare FigliaPig e perciò ce l'avrei fatta tranquillamente...

INVECE NO!

TataPig arriva alle 16,05... Io ero già pronta per uscire, ma un minimo di scambio di informazioni era d'obbligo, considerando che era la prima volta che teneva FigliaPig (finora si è solo e sempre cimentata con il più grande).
In ogni caso parto di casa e dopo qualche minuto arrivo a scuola: sono le 16,18! Sento cantare i bambini ma non vedo nulla perchè l'aula è gremita di genitori e i bambini sono notoriamente più bassi....
16,20: recita finita. Alcune mamme mi vedono e mi chiamano per dirmi di andare da FiglioPig in LACRIME, perchè non vedeva i suoi genitori... NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!
E ora mi sfogo: MALEDETTA MAESTRAPIG, FAI INIZIARE TUTTE LE RIUNIONI DI CLASSE 20 MINUTI DOPO - E DICO 20!!! - PER ASPETTARE TUTTI I GENITORI E NON ASPETTI NEPPURE 5 MINUTI PER LA RECITA????
E POI, LA FESTA ERA PER PER 16,30: PER QUALE MOTIVO LA ANTICIPI DI UN QUARTO D'ORA IL GIORNO STESSO DELLA FESTA???
Giusto per la cronaca non siamo i soli genitori ad aver perso la recita... altri genitori sono arrivati alle 16,30 e non hanno visto nulla.
Oggi, quando vado a prendere FiglioPig, ho intenzione di dirle due paroline.
Se non altro, dopo la recita c'era il rinfresco e FiglioPig poi si è divertito a giocare con il suo solito amichetto, fregandosene di tutto il resto.
Ma io no! Sono incazzata nera per aver perso questa recita...




A proposito, ecco cosa ci siamo persi:





LO ZAMPOGNARO

Se comandasse lo zampognaro
Che scende per il viale,
sai che cosa direbbe
il giorno di Natale?

“Voglio che in ogni casa
spunti dal pavimento
un albero fiorito
di stelle d’oro e d’argento”.

Se comandasse il passero
Che sulla neve zampetta,
sai che cosa direbbe
con la voce che cinguetta?
“ Voglio che oggi non pianga
nel mondo un solo bambino,
che abbiano lo stesso sorriso
il bianco, il moro, il giallino”.

Sapete che cosa vi dico
Io che non comando niente?
Tutte queste belle cose
Accadranno facilmente;

se ci diamo la mano
i miracoli si faranno
e il giorno di Natale
durerà tutto l’anno.

(Gianni Rodari)

domenica 19 dicembre 2010

Beutiful Blogger Award

Micaela mi ha passato questo testimone e io le ho promesso di trovare il tempo per partecipare...
... ed eccomi qui a mantenere la mia promessa, mentre FiglioPig guarda un dvd (e incredimente non è il solito CARS, ma i classici Disney di Natale), FigliaPig dorme e PapàPig è a fare gli ultimi acquisiti natalizi.
Innanzitutto ringrazio Micaela per questo premio. Poi passo al sodo: in questo post devo scrivere 10 cose su di me e passare il testimone ad altre 10 blogger.
1) Come forse ormai sa chi mi legge, sono una persona molto emotiva e mi commuovo facilmente. Piango spesso, ma per fortuna quasi sempre piango di felicità e devo ammettere che mi piace tanto!!! Sono bellissime le lacrime di gioia e adoro singhiozzare con il sorriso.
2) Sono parecchio freddolosa, passerei l'autunno e l'inverno chiusa in casa (magari sotto le coperte!!) Mi piace la neve, ma preferisco guardarla dalla finestra!
3) In compenso, rinasco in estate e in primavera... periodi nei quali mi piace uscire, passeggiare e vivere!
4) Adoro chiacchierare, chiacchierare, chiacchierare, chiacchierare, chiacchierare, chiacchierare, ...
5) Sono timida e riservata nelle situazioni che non conosco e nelle quali non mi sento a mio agio.
6) Sono aperta e sfrontata nelle situazioni che conosco e nelle quali mi sento a mio agio (es. in famiglia).
7) Sono trasparente.... non riesco mai a nascondere ciò che penso.... e questo non sempre mi fa risultare simpatica!
8) Sono tendenzialmente pessimista: il mio bicchiere è mezzo vuoto.
9) Cerco sempre di dare il meglio di me, in ogni cosa che faccio. Almeno ci provo.... non è detto che ci riesca.
10) ... a braccetto con il punto 9: sono molto critica. Nei miei confronti, ma anche verso gli altri.

Passo il testimone a tutti i blogger che ancora non hanno partecipato al gioco.

venerdì 17 dicembre 2010

Vestiti

Stasera c'è la cena di Natale con i colleghi di lavoro. Non è l'ufficiale e tradizionale "cena aziendale" che quest'anno faremo a gennaio, ma la cena con il gruppo di lavoro del Cliente (per ragguagli sul mio lavoro si veda questo post). E che faccio io, con un bimbo di 3 anni e una piccolina di 40 giorni?! CI VADO!!
Non a cuor leggero, perchè un po' il mio pensiero andrà sempre a PapàPig e ai due cuccioli, però ci tengo e soprattutto avevo promesso a me stessa e anche qui di cercare di dedicarmi del tempo, di fare qualcosa PER ME, per conservare quella sanità mentale e quel "benessere" che con FiglioPig neonato avevo miseramente perso.
E allora si va... con un po' di incoscienza, ma si va!
Già, CENA. Ritorno tra gli essere umani "civili"... AZZ!!! Ma che mi metto se nel 2010 ho praticamente solo indossato jeans pre-maman e tutone, che per comodità sto indossando ancora ora?! PANICO. Stavo già pensando a cosa abbinare i miei jeans sformati per sembrare "presentabile", quando mi viene in mente di aprire l'armadio.... un'anta dell'armadio che non aprivo da praticamente un anno. Quasi con le ragnatele ormai. E con grande STUPORE e SORPRESA trovo CAMICIE e PANTALONI ELEGANTI.
Ve lo giuro: ME NE ERO DIMENTICATA!! 
Sembravo una ragazza che va in soffitta ad aprire un vecchio baule impolverato e trova tutti i suoi giocattoli di bambina... Ah, già!! quei pantaloni neri che avevo preso l'anno scorso da Camaieu!!! Ma guarda... quella fighissima camicia che ho preso da Zara! E quel maglioncino?! Che carino!!!!!!!!!

Scusatemi, cari vestiti.... mi ero dimenticata di voi!! Ma tiratevi a lucido.... STASERA SI ESCE!!!!!!!

Spettacolo di Natale

La scuola di FiglioPig fa le cose decisamente in grande: Spettacolo di Natale al palazzetto dello sport della nostra città.
Io ho iniziato a piangere da quando ho varcato il cancello, con FiglioPig per mano ormai abituato alle frequenti lacrime di una mamma troppo emotiva, e ho smesso solo una volta ritornata a casa. Ho pianto quando siamo entrati nel palazzetto, insieme a una multitudine di genitori con bambini e ragazzi di tutte le età; ho pianto mentre ci facevamo largo sugli spalti in cerca di un posticino, con FiglioPig che mi stringeva forte la manina per non perdersi nella bolgia; ho pianto quando aveva paura di lasciarmi per andare nel backstage (in cui i genitori non potevano andare); ho pianto quando ho visto da lontano che si è messo a piangere perchè si è trovato da solo tra bambini e maestre che non conosceva (anche se erano della sua scuola) e sono corsa a riprenderlo come ci aveva chiesto di fare la maestra in caso di pianti disperati; ho pianto quando ero sugli spalti insieme a lui, che mi chiedeva dov'erano i suoi amici e la sua maestra; ho pianto quando mi ha chiesto di tornare con gli altri bimbi perchè aveva individuato la sua classe; ho pianto quando l'ho visto seduto al centro del palco, vicino al suo migliore amico Ale; ho pianto quando hanno cantato tutti insieme; ho pianto quando in fila indiana sono usciti di scena; ho pianto quando l'ho riabbracciato e coccolato.
Questa mattina ho scaricato le foto e il video della canzoncina che hanno cantato.... e ho pianto di nuovo tutto il tempo, con lacrimoni sempre più grossi.
Vorrei tanto postare anche il video per farvi vedere che bravo che è stato FiglioPig a cantare e a fare tutti i movimenti della canzoncina, bravissimo e tenerissimo, ma nella ripresa si distinguono bene anche altri bimbi quindi preferisco evitare.

I bambini di 3 anni erano vestiti da stelline, con la maglietta gialla e una coroncina in testa, quelli di 4 anni da pastorelli e quelli di 5 anni da San Francesco e Santa Chiara (perchè lo spettacolo era su questo tema).

Lunedì pomeriggio ci sarà la festa di Natale in classe.... sono previste altre precipitazioni lacrimose da parte di MammaPig!!!


venerdì 10 dicembre 2010

Partecipo al mio primo Blog Candy

Cara Micaela, partecipo con molta curiosità al primo BLOG CANDY della mia vita, indetto su "le M Cronache". Prima non capivo mai cosa dovevo fare per partecipare.... invece ora sì: grazie per le tue istruzioni chiare!! Evviva!!

giovedì 9 dicembre 2010

Ma come si fa a fare le mamme blogger-casalinghe?

Tra una poppata e l'altra, passo il tempo a fare lavatrici, stendere, ritirare i vestiti asciutti, riordinare la cucina e le camere il minimo indispensabile per la sopravvivenza (non temete, non le tiro a lucido!) ed è già ora di andare a prendere FiglioPig. Se decido di accendere il PC significa che automaticamente una lavatrice verrà stesa il giorno dopo oppure il lavandino è ancora colmo di piatti e il letto disfatto... insomma... ma come si fa a fare tutto e avere anche del sano tempo per stare un po' al PC? E come fanno le altre mamme blogger ad avere pure il tempo di preparare prelibati pranzetti e fantastici lavoretti con i materiali più disparati?
Se non altro quando lavoravo, stando 8 ore davanti al computer era più facile ritargliarsi qualche minuto qua e là per la blogosfera, senza togliere troppo tempo ad altro (in fondo il blog era la mia "pausa sigaretta", dato che non fumo...). Ma quando sei casalinga, se fai la pausa sigaretta sei finita.... Ecco infatti il beeeeeeeeeeeeeeep della lavatrice che ha finito. Giusto 5 minuti di pausa... vado a timbrare il cartellino. Tra poco arriva il Capo. FiglioPig.

mercoledì 1 dicembre 2010

Quattro

Quattro settimane. FigliaPig è nata da quattro settimane. Praticamente è passato il primo mese. Tra momenti sereni e momenti isterici.
Nei momenti sereni sembriamo la famiglia del mulino bianco... FigliaPig che dorme tranquilla, FiglioPig che gioca tranquillo, PapàPig e MammaPig che fanno faccende in casa....
MA NULLA E' COME SEMBRA!!
Diamo il meglio di noi nei momenti isterici, che ovviamente vanno per la maggiore quando siamo tutti e quattro sotto lo stesso tetto. Nei momenti isterici FigliaPig piange disperata, tutta rossa, FiglioPig piange disperato, steso per terra a pancia in giù, in piena crisi capriccesca, MammaPig e PapàPig sono arrabbiati, stressati e indaffarati e cercano di tamponare le crisi come meglio possono, ma nel frattempo stanno anche con una mano cucinando, con l'altra stendendo e con un piede riordinando il delirio di giochi sul pavimento.
Nonostante questo, stiamo sopravvivendo abbastanza bene... sarà che prendo fiato in settimana, quando siamo sole noi femminucce perchè lei è tranquilla, dorme abbastanza e lascia un po' di tempo anche per me, sarà che di notte tutto sommato, tra risvegli, cambi e poppate, riesco comunque a riposare abbastanza, sarà che sono ancora così euforica per aver allargato la famiglia che la fatica e lo stress sembrano pesare meno.
Quattro. Siamo in quattro ora. E non è facile, però è bello. E sono felice.

giovedì 25 novembre 2010

Ridatemi FiglioPig!!!

C'era una volta un bimbo dolce, sensibile, intelligente e coccolone... Poi questo bimbo è andato alla scuola materna e ha conosciuto i famigerati BIMBI GRANDI... e si è trasformato in un bimbo antipatico, che:

  • gira per casa dichiarando di avere 5 anni, anzichè 3 ed arrabbiandosi seriamente con chiunque provi a spiegargli il contrario;
  • continua a dire che lui è altissimo, mettendosi la mano sulla testa come per misurarsi con un metro immaginario per dimostrare che è più alto della mamma, del papà, della sorellina e di qualsiasi altro essere vivente presente;
  • sbuffa e da' "pugni all'aria" (perchè per fortuna non osa dare pugni veri, perchè sa che la violenza è totalmente bandita in casa nostra) ogni qual volta viene contraddetto (vedi la storia dei 5 anni) o sgridato;
  • risponde sempre ad ogni osservazione, per avere l'ultima parola.


La maestra ci ha già rassicurato dicendo che è normale...  Quando un bimbo inizia la scuola materna tende ad imitare i comportamenti dei bimbi più grandi e purtroppo spesso e volentieri imitano le cose più sbagliate.
Ma adesso che ci penso imitano tutto... le cose belle (per le quali avevo già fatto un post di elogio, in effetti, dicendo che faceva tante cose da solo) e le cose brutte. Questo è il post per quelle brutte. E quelle brutte, come genitori, ci feriscono di più.

lunedì 22 novembre 2010

Momenti da ricordare

Domenica pomeriggio.
Fuori piove.
Dentro si ride, si scherza, si impasta.
Quattro generazioni diverse tenute insieme da un po' di farina e acqua.
Dentro si ride, si scherza, si mangia.

lunedì 15 novembre 2010

Per PapàPig e AmicoPig

ELOGIO a PapàPig e AmicoPig che sono riusciti con successo nell'impresa che fino a qualche mese fa sembrava impossibile...



BRAVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
SIAMO DAVVERO FIERI DI VOI.

domenica 7 novembre 2010

A casa

Eccoci qui, siamo a casa già da venerdì. Appena 2 gg di degenza perchè io sono davvero in forma e la piccola sta bene, per fortuna. 
Parto spontaneo dolorosissimo come tutti i parti, ma se non altro abbastanza veloce. Sono tornata in camera dalla sala travaglio (non sono neppure andata in sala parto) sulle mie gambe ed è un grossa soddisfazione per una che alla sua precedente esperienza era tornata in camera talmente malconcia che sembrava avesse fatto un cesareo: sulla barella, stremata, con una 30ina di punti, la flebo, il catetere e in piedi solo dopo il primo giorno.
FigliaPig è dolcissima, assomiglia tanto a FiglioPig appena nato, ma è più piccina e mi fa davvero tanta tenerezza. Già la adoro, insomma!!
PapàPig l'ha ribattezzata la figlia "trasparente" perchè è davvero come se non ci fosse per ora... è sempre tranquilla nella sua culla, mangia, fa la cacca e poi si riaddormenta da sola. Io non mi faccio illusioni... so bene che i primi giorni sono i "migliori" proprio per questo motivo, vedremo più avanti quanto sarà trasparente!
Chi invece non è assolutamente trasparente è FiglioPig! Venerdì, quando siamo arrivate a casa, era super eccitato e continuava a pacioccarla, a chiederci di mettergliela in braccio, era davvero incontenibile... e insopportabile! Era davvero sovraeccitato e difficile da gestire.
Per fortuna quest'atteggiamento si sta gradualmente attenuando, anche grazie ai giochi nuovi che sono arrivati per lui (grazie NonnaPig per quel fantastico Zoo dei Lego!!), ma soprattutto grazie a PapàPig che gli sta dedicando tanto tempo.
Domani è lunedì, FiglioPig torna alla scuola materna dopo una settimana di sconvolgimenti e PapàPig torna al lavoro. Da domani si comincia davvero, insomma...

mercoledì 3 novembre 2010

E' nata FigliaPig!!!

Già, in barba al conto alla rovescia che compare nel blog, questa mattina alle 01:55 è nata FigliaPig, una dolcissima pagnottella di 2,86kg.

lunedì 1 novembre 2010

Passioni&Ossessioni

FiglioPig: NonnoPig, voglio fare merenda con il thè con i biscotti.

NonnoPig: Va bene, ti piacciono questi biscotti?

FiglioPig: No, voglio i biscotti della Renault.

NonnoPig: ???????


Come dargli torto?!


martedì 26 ottobre 2010

Catena di ricordi

Kriegio mi ha gentilmente passato questo testimone sui ricordi di infanzia e io ne approfitto per ingannare il "tempo dell'attesa".
Questa catena delle blogger consiste nel rispondere alle seguenti domande:

1) Quando le maestre, le prof e i parenti domandavano "E tu, cosa vorresti fare da grande?" cosa rispondevate? Cosa avete sognato più e più volte di fare? Quanti mestieri? Quanti sogni?
La ballerina!!!! mamma mia che banalità.... eppure era davvero il mio sogno da bambina. Poi è bastato scontrarsi con  la realtà (verso gli 8 anni...) per cambiare idea. E da quel momento in poi, la risposta a questa domanda è sempre stata "non so". Praticamente una bambina dai sogni infranti...

2) Quali erano i vostri cartoni animati preferiti da piccoli? Con quali giochi vi divertivate?
 Il pomeriggio, dopo la scuola, guardavo sempre BIM BUM BAM e quindi tutti i cartoni animati tipici degli anni 80 che trasmettevano in quella fascia oraria. Quello che ricordo con più affetto è CANDY CANDY, ma adoravo anche CREAMY, MAGICA EMY (vi ricordate "Lo strano braccialetto che indossa sempre May...") e poi OCCHI DI GATTO, POLLON, .... aaaaaaah! che bei ricordi!!!! Ovviamente sapevo anche tutte le sigle a memoria!!
Per quanto riguarda i giochi mi piaceva tanto giocare con le Barbie (in confronto alle mie amiche, ero poco fortunata perchè ne avevo solo due, praticamente senza accessori e guardaroba) e poi mi ricordo che giocavo tanto di fantasia..... a fare la cantante di successo, a fare la maestra o semplicemente a fare la "grande" che nel mio immaginario aveva 15 anni e tipicamente viveva da sola e lavora e studiava e ovviamente aveva "flirt" pieni di passione (per dirla alla "Cioè") con ragazzi super carini. ahahhahahhahhahhah, che ridere a ripensarci adesso!!!
D'estate vivevo praticamente in cortile e/o al "Parco" (il mitico Parco Rignon) con la mia migliore amica dell'infanzia, nonchè mia vicina di casa: andavamo in bici, giocavamo a palla, ma soprattutto CHIACCHIERAVAMO e FANTASTICAVAMO SUL NOSTRO FUTURO...

3) Indicate il vostro compleanno più bello e perchè.
Ne ho avuti 2 bellissimi. Entrambi a sorpresa.
Il primo era per i miei 16 anni, organizzato da mia madre con la complicità delle mie amiche.... Quando ho trovato tutti i miei amici in quella sala, mi sono talmente emozionata che non sono riuscita a mangiare davvero NIENTE.
Il secondo era per i miei 18 anni, organizzato dalla mia migliore amica dell'epoca e reso speciale dalla presenza inaspettata del ragazzo che adoravo e che poi, parecchi anni dopo, sarebbe diventato PapàPig!

4) Quali sono le cose che volevate fare e non avete ancora fatto.
Dicevo sempre che mi sarebbe piaciuto viaggiare e girare il mondo, ma poi ho sempre messo altre cose davanti. Devo dire che però non sono pentita... se avessi viaggiato tanto, forse non avrei fatto quello che ho fatto e alla fine sono piuttosto soddisfatta della mia vita attuale. Viaggerò quando sarò in pensione?!

5) Ai tempi quale fu la vostra prima passione sportiva e non?
Quando ero giovane ero molto sportiva e riuscivo anche bene negli sport che praticavo. Durante l'asilo e le elementari ho fatto danza classica. Poi alle medie sono passata a ginnastica ritmica. Alle superiori invece mi sono lanciata nella pallavolo che ho praticato fino alla laurea e che mi ha permesso di conoscere PapàPig.
Infine durante i primi anni di lavoro ho fatto nuoto.... e poi sono diventata mamma e si è definitivamente chiuso il capitolo SPORT nella mia vita.


6) La cosa più bella chiesta da piccini a Babbo Natale.
Chiedevo sempre che i miei genitori tornassero insieme. Non è stato così, ma a posteriori posso dire che Babbo Natale sapeva il fatto suo e che è andata bene così.

7) Il vostro primo idolo musicale.
 Sicuramente JOVANOTTI, colonna sonora della mia adolescenza e primo concerto della mia vita...  esperienza esaltante!

 

Mannaggia Kriegio, mi sono davvero infognata nel rispodere a queste domande... pensavo di rispondere in modo sbrigativo e invece mi sono ritrovata a fare un profondo tuffo nel passato, che mi ha commosso ed emozionato! Grazie!
Ora passo il testimone a Mikela di Mammachestress, sperando che abbia tempo tra una casa e l'altra!

lunedì 25 ottobre 2010

La prima pedalata

38 settimane
Eccomi qua, sono ancora panzona. Dopo 2 giorni di contrazioni continue.... il NULLA! Nel senso che sono sparite anche le contrazioni. Vabbè, in fondo mancano ancora 2 settimane, quindi mi metto l'anima in pace... tanto prima o poi dovrà uscire di lì!!
Ieri, senza più contrazioni, stavo di nuovo abbastanza bene e così siamo andati tutti e tre ad una festa di compleanno a cui era stato invitato FiglioPig. Ed è successo il MIRACOLO... per la PRIMA VOLTA FIGLIO PIG HA PEDALATO!!!! Mannaggia, sarà colpa degli ormoni, ma mi sono commossa per davvero. Stavo appunto commentando con un'altra mamma che nonostante avesse già 3 anni, ancora non sapeva pedalare, proprio mentre ci sfrecciava davanti una bimba che avrà avuto 2 anni scarsi e che pedelava con disinvoltura, quando FiglioPig ha iniziato a pedalare come se fosse sempre stato capace. Ovviamente è subito scattato il filmino, con foto di rito...

sabato 23 ottobre 2010

Aggiornamento contrazioni

Dal momento che le contrazioni continuano, regolari, fastidiose ma sopportabili, e non passano completamente con buscopan, un giro in ospedale l'abbiamo fatto.
Visita e tracciato. Collo dell'utero in via di raccorciamento, ma non ancora completamente appianato. 1 cm di dilatazione. Attività contrattile uterina presente, ma non ancora da travaglio.
"Signora, potrebbe volerci solo più qualche ora come qualche giorno".

Ecco, speriamo solo che "qualche" giorno non significhi 2 settimane perchè questo limbo mi sta già snervando.

Mi rendo conto che siamo proprio figli della cultura "tutto e subito": quando ci dobbiamo adeguare ai ritmi della natura, perdiamo subito la pazienza.

venerdì 22 ottobre 2010

Contrazioni

E' da quando mi sono alzata che sento delle inquietanti contrazioni.... AIUTO! come si fa a capire se sono solo quelle preparatorie oppure sono quelle giuste?! Lo so che sono al secondo parto e dovrei saperlo, ma per FiglioPig mi si sono rotte le acque prima che le contrazioni iniziassero e quindi sono dovuta andare in ospedale a prescindere dalle contrazioni giuste.
Sto cercando di segnare su un excel ogni quanto le avverto...
10,17
10,28
10,35
10,39
... Ops...
viste così sembrano ravvicinate!! però non sono fortissime. Sono più che sopportabili, se paragonate a quelle che avevo per FiglioPig.
Aiuto! che faccio?!


giovedì 21 ottobre 2010

A noi, figli e genitori

Ieri mattina su Radio Deejay, Linus ha mandato in onda il discorso di papà Cunningham al matrimonio di "Sottiletta", come omaggio a Tom Bosley appena scomparso.


So che è un discorso pieno di retorica eppure tante volte ci dimentichiamo delle cose essenziali.



mercoledì 20 ottobre 2010

Zero Halloweenità

Come ogni giorno mi ricordano i post delle altre mamme blogger, tra poco sarà Halloween. Se devo essere sincera, è una festa che non ho mai considerato, nè festeggiato, ma non per qualche motivo in particolare. Diciamo che non ho mai avuto occasione di farlo e non mi ha mai incuriosito, perciò ora sono un po' spiazzata con FiglioPig. Non so come mai, ma questa festa mi lascia proprio indifferente e mi viene difficile prendere fogli e pennarelli per disegnare fantasmini o lanciarmi in lavoretti halloweeneschi. Ma la mammitudine fa fare miracoli in ogni campo e magari nei prossimi giorni farò cose che non mi sarei mai sognata di fare; lo farò per FiglioPig, perchè so che lui si divertirà moltissimo... quando gli ho detto che siamo stati anche invitati a una festa di halloween dai suoi amici preferiti non stava più nella pelle dalla felicità e mi ha detto che voleva vestirsi da strega (!!). Quindi ora mi toccherà disegnare almeno qualche fantasmino, zucca e strega....

domenica 17 ottobre 2010

Festeggiamento # 2

Il festeggiamento # 2 consisteva nella festa con i bimbi, nei locali del suo ex asilo nido. Le sue ex-maestre avevano anche organizzato dei giochi per intrattenerli (in teoria avrebbero dovuto fare le Mini-Olimpiadi), ma purtroppo il carattere anarchico della festa ha preso il sopravvento e quindi alla fine hanno desistito. Ma meglio cosi' piuttosto che forzarli a fare qualcosa che non avevano voglia di fare. Credo che i bimbi si siano divertiti lo stesso. FiglioPig di sicuro si', anche se era imbarazzante come ogni tanto andasse a presidiare il tavolino con i suoi regali.... per la serie, va bene giocare con 'sti qua, ma quand'e' che arriviamo al sodo?!

Purtroppo posso pubblicare solo poche foto perche' in quasi tutte sono riconoscibili i volti degli invitati, che non e' corretto pubblicare sul web senza autorizzazione.


Torta "Cars"


 


Ringraziamenti per gli invitati
... e finalmente apriamo i regali!!!





venerdì 15 ottobre 2010

Settimana intensa e ... festeggiamento # 1

Incredibilmente, da quando sono a casa dal lavoro, sono stata travolta da una serie di commissioni, visite mediche ed impegni vari che mi stanno facendo rimpiangere i giorni i cui passavo 8 ore seduta alla scrivania.
In questa prima settimana a casa ho corso come una pazza:

  • per comprare i regali per FiglioPig (al plurale, perchè ho comprato per delega anche dei giochi/vestiti da parte dei nonni!) 
  • per organizzare e preparare le ultime cose in previsione del week-end di festeggiamenti (festa con bimbi sabato e festa con parenti domenica)
  • per sbrigare alcune commissioni legate all'imminente cambio di automobile
  • per fare esami del sangue e visite tipiche delle ultime settimane di gravidanza 
  • per la gestione ordinaria della casa e di FiglioPig (es. la prossima settimana inizia psicomotricità a scuola e ho dovuto comprare pure delle scarpe da ginnastica nuove ... sigh sigh).


E in tutto ciò la mia pancia, seppure non enorme per essere agli sgoccioli, inizia davvero a pesarmi tanto e mi stanco proprio facilmente, soprattutto a stare in piedi e a camminare. Ho deciso infatti di rassegnarmi ad andare a prendere FiglioPig a scuola in macchina anche a se si parla di soli 3 isolati di distanza.... caro ambiente, scusami, ne riparliamo tra qualche settimana...

Per tutti questi motivi, sono davvero indietro con l'aggiornamento del blog... cercherò di rimediare la prossima settimana, sperando che sia un po' più tranquilla.


Intanto pubblico un paio di foto relative al FESTEGGIAMENTO # 1, quello casalingo della FamigliaPig che si può riassumere in un momento: camiondeipompiericoncestello.


Sabato pomeriggio ci sarà il FESTEGGIAMENTO # 2, quello per i bambini, organizzato affittando sala, animazione e buffet nell'ex-asilo nido di FiglioPig (vedi post "Festa per mamma pigra"!).

Domenica pomeriggio ci sarà il FESTEGGIAMENTO # 3, quello con i parenti (nonni e zii), a casa nostra.


Se non partorisco in questo week-end, allora le prossime settimane non potranno essere che in discesa.

giovedì 14 ottobre 2010

3 ANNI

Matteo, ormai hai 3 anni. Ieri sera, mentre ti coccolavo nel letto ti raccontavo di quando sei nato. Hai iniziato subito a piangere. Poi l'ostetrica ti ha messo su di me e tu hai smesso all'istante. E mi guardavi, tranquillo, e sembrava davvero che tu avessi capito tutto. Che io ero la tua mamma, che tu eri appena venuto al mondo. E io, solo in quel momento, ho capito che eravamo tutto, l'uno per l'altra. Che nulla ci avrebbe mai diviso.
FiglioPig, 13-10-2007  
Penso com'eri allora e guardo come sei adesso. E non posso che commuovermi, piena di orgoglio. Sei davvero un ometto fatto e finito. Quanta strada hai fatto, quante cose hai imparato. E io sono qui, a guardarti crescere e a darti la mano quando inciampi, come è successo oggi mentre andavamo alla scuola materna. 
Perchè come in quel pomeriggio di 3 anni fa, basta guardarci negli occhi per capire tutto.

martedì 12 ottobre 2010

Il camiondeipompiericoncestello

Domani è il compleanno di FiglioPig. Ho passato la mattinata in un fornitissimo negozio di giocattoli della mia città...e mi ci sono persa!!! RAPITA DAI GIOCHI!! O meglio, rapita dai giochi guardandoli con gli occhi di FiglioPig.... Lui adora tutti i mezzi di trasporto, dalle ambulanze alle escavatrici, dai camion dell'immondizia a quelli dei traslochi, insomma TUTTI... e in questo negozio c'era DAVVERO DI TUTTO. Mi sono ripromessa infatti di non portarcelo fino a quando non avrà compiuto 20 anni, sennò come minimo gli viene un colpo al cuore e ci rimane secco (o viene a me leggendo il totale di tutte le cose che comprerebbe).
In ogni caso, avevo una missione ben precisa questa mattina: trovare un "camion dei pompieri con cestello" (parole testuali di FiglioPig). Temevo fosse una missione impossibile, perchè di camion dei pompieri ne avevamo già visti (e anche comprati) ma tutti con scala "semplice". Invece devo dire che il negozio era così fornito che ho trovato un assortimento incredibile di camiondeipompiericoncestello, tanto che alla fine non sapevo quale scegliere.
Alla fine ho scelto un set della Fisher Price corredato anche di caserma e pompieri.... sono sicura che domani impazzirà!!! Sono quasi più felice ed emozionata io di lui... sarà colpa degli ormoni della gravidanza o della mammitudine ormai intrinseca in me?! 
tratto dal sito "Fisher-Price"


domenica 10 ottobre 2010

Il nostro calendario

Anche noi abbiamo realizzato il nostro calendario, prendendo spunto dal post di Mamma Claudia!


L'abbiamo personalizzato aggiungendo anche gli "eventi" del mese: il compleanno di FiglioPig - tra pochissimi giorni - e la sua Festa di Compleanno.
La realizzazione di questo semplice calendario ha affascinato FiglioPig  in particolare per l'uso del... RIGHELLO!!!!!! E ovviamente ha voluto subito impratichirsi con questo nuovo strumento tracciando righe, righe, righe, righe, righe, ...

giovedì 7 ottobre 2010

Triste e Felice

Oggi è il mio ultimo giorno di lavoro. Da domani sono ufficialmente in maternità e tra 1 mese esatto potrebbe nascere FigliaPig (se non anticipa o ritarda).

Non sono pronta.

Quest'ultimo giorno di lavoro è arrivato troppo in fretta, lavorando fino all'ultimo giorno come se domani dovessi ancora essere qua ad occuparmi delle solite cose. E' stato bello questo, perchè non mi sono sentita tagliata fuori dal mio lavoro e dal mio ruolo. Ma adesso sono spaesata.

Oggi devo staccare i disegni di FiglioPig dalla mia scrivania, perchè la "mia" scrivania in realtà è una scrivania per gente di passaggio, i consulenti. Lavoro, infatti, in una società di consulenza, ma è da 5 anni che sono dallo stesso cliente e ormai mi sono appropiata anche della scrivania. Anzi, mi sento quasi una dipendente del cliente! Ho già partorito una volta e sono tornata, sempre qui. Non so se questa volta, però, avrò la stessa fortuna, perchè per colpa della crisi, sembra che siamo arrivati al capolinea e che il Cliente non possa più rinnovare il contratto con la mia società di consulenza.

Oggi devo salutare i miei colleghi, quelli della mia società e quelli del cliente, con i quali ho un ottimo rapporto. E che mi mancheranno!
Perchè il lavoro è un po' come la scuola e i tuoi colleghi sono un po' come i tuoi compagni di classe... c'è sempre il matto del gruppo, lo sfigato, il secchione e quello in gamba che viene eletto rappresentante di classe. E alla fine ti affezioni a tutto questo e sai già che ti mancherà ridere, incazzarti, parlare del più e del meno davanti alle macchinette, mangiare insieme e lavorare. Sì, ti mancherà anche lavorare, avere la mente impegnata in qualche problema e poi la lampadina, quella brillante della soluzione che ti riempie di orgoglio e soddisfazione e ti fa sentire brava.

Mi mancheranno queste cose, ma adesso giro pagina.

Da domani sarò solo più Mamma.

Sono felice di potere andare IO a prendere all'asilo FiglioPig, senza delegare qualcuno, per poter ricevere il suo abbraccio e i suoi baci e per sentire in diretta il racconto della giornata. Sono felice di poter stare a casa con lui quando è malato, senza dover fare i salti mortali e il gioco degli incastri tra baby-sitter e nonni. Sono felice di passare del tempo con lui, prima che FigliaPig arrivi a rivoluzionare la nostra routine.

Oggi è così.
sono triste e felice.

... ma adesso che ci penso, mi sa che sono più FELICE che triste!!!

martedì 5 ottobre 2010

Depressa

Quando sono giù di morale non riesco a scrivere post. Ne avevo un paio in mente, ma proprio non riesco. Ne consegue che pubblicherò sempre post allegri e spensierati, così penserete che vivo dentro il Mulino Bianco. Invece con questo post voglio solo dirvi che non è vero, non ho una vita idilliaca, ma fatta di alti e bassi come tutti. La spiegazione al blog "spensierato" è che riesco a scrivere solo quando sono "serena".
Quando il mio stato d'animo è quello di oggi, ossia quando sono preoccupata, stanca, demoralizzata, in ansia, depressa... non riesco.
E sappiate che io sono una persona fortemente PESSIMISTA e perciò mi capita spesso di non essere nello stato d'animo giusto. Sappiate che quando vedete che non aggiorno il blog non è perchè non ho tempo o non ho nulla da scrivere. Quando non aggiorno il blog, sono depressa.

lunedì 4 ottobre 2010

Sono grande e faccio da solo

Da quando ha iniziato la materna (15 giorni circa!), FiglioPig ha fatto un notevole balzo in avanti. Si sta davvero comportando da GRANDE, stupendoci ogni giorno di più. Per nostra fortuna, comportarsi da grande, implica anche essere particolarmente ubbidiente e "capricci-free"... ma il rovescio della medaglia è in agguato!
Le conquiste di questi giorni sono all'insegna del "FACCIO DA SOLO": vestirsi e svestirsi, fare pipì, lavarsi le mani, lavarsi i denti, mettersi le scarpe, prepararsi l'aerosol e poi farlo, mangiare, mettere a posto la sua camera, ecc.
Anche prima era già molto autonomo a fare tutte queste cose, ma almeno prima accettava un minimo aiuto da parte nostra, giusto per limitare i danni. Adesso no. Deve fare DA SOLO e noi siamo confinati ad almeno 2/3 metri di distanza. Ne consegue che abbiamo il water benedetto di pipì santa, il lavandino in una pozza d'acqua piena di schiuma, un figlio che va in giro con la scarpa sinistra al posto della destra e il dentifricio nei capelli,il pavimento sotto il tavolo cosparso di minestrina, i giocattoli nel cassetto delle calze, ecc.
In questi giorni abbiamo dovuto anche sostituire il biberon della colazione, che faceva in modo che in 2 minuti il suo pancino fosse sazio e la cucina in perfetto ordine, con la tazza da grandi (in ceramica per giunta, perchè sennò non è veramente da grande e non lo si può fregare!) che implica invece un allungo dei tempi mattutini di almeno 20 minuti...
E' bello vedere i figli crescere, ma certe volte ti penti di aver incoraggiato tutta questa indipendenza e rimpiangi i tempi in cui non gattonava nemmeno e dove lo mettevi stava!

venerdì 1 ottobre 2010

Un po' stanchina

Va bene, lo ammetto. Ho un po' esagerato negli ultimi giorni. Mi sto comportando come se non fossi a 5 settimane dal parto.
Mi sveglio e già giro come una trottola per tutta la casa per vestire FiglioPig, raccogliere il bucato asciutto, stendere quello che ho lavato nella notte per risparmiare - programmando la lavatrice -, sistemare i giochi  - che avevamo ordinato con tanto amore la sera prima, ma che FiglioPig ha ritirato fuori per intrattenersi mentre io giravo come una trottola -, rifare alla meglio i letti (= buttare su le coperte e via!), ecc. Il tutto in 50 minuti scarsi... Per fortuna MaritoPig mi aiuta pensando alla colazione e riordinando alla fine la cucina, ma poi in genere scappa via di corsa, quando sono ancora in alto mare con la preparazione mia e del topo.
Alla fine, anche io e FiglioPig riusciamo ad uscire di casa, con tante borse, zainetti e simili, saliamo in macchina e andiamo alla materna. Dopo averlo salutato tra mille raccomandazione (le SUE!! ossia quelle che FiglioPig fa a me perchè gli piace tanto giocare all'INVERSIONE DEI RUOLI!!), mi riprecipito in macchina e mi imbottiglio nel traffico mattutino, insultando come sempre i tonti e gli addormentati ... che non sopporto in generale nella vita, ma ancora peggio nel traffico e sul lavoro!!
Arrivo finalmente in ufficio, ovviamente in ritardo e trafelata, proprio io che nella vita sono sempre stata una persona puntuale... ma ho capito che fa parte del mio essere mamma ormai! Da quando è nato FiglioPig, ho dovuto inevitabilmente mettere da parte qualcosa... e la puntualità è stata proprio una di queste! Ma pazienza! Ormai la prendo con filosofia. Una volta sarei andata in paranoia per 2 minuti di ritardo, invece ora non mi scompongo più, perchè ho rivisto le mie priorità. E poi in effetti sono molto fortunata: in ufficio non devo "bollare" e certa gente è tanto, ma tanto, più ritardataria di me, senza neppure avere la scusa dei figli!
Passo quindi l'intera giornata fuori casa, anche se per fortuna sto seduta praticamente tutto il tempo dietro ad una scrivania; FigliaPig però scalcia parecchio e ogni tanto mi dice chiaramente che non gradisce la posizione seduta e vorrebbe che mi stravaccassi da qualche parte. Ma purtroppo non posso ascoltarla! E' un mondo difficile, FigliaPig, avrai modo di capirlo presto.
In queste settimane, poi, le ultime prima della maternità, ho anche tante cose da fare, passaggi di consegne, documenti da concludere, riunioni con il cliente.
Quando torno a casa, è praticamente ora di cena e io sono già sui gomiti... Trovo comunque la forza di fare le feste a FiglioPig e di giocare un po' con lui, mentre insieme iniziamo a preparare cena.
Dopo cena generalmente mi schianto in posizione orizzontale, anche se poi alla fine mi devo rialzare cento volte per preparare FiglioPig per la nanna, per aiutarlo a riordinare, per scegliere il libro da leggere,... e poi ogni volta che ci mettiamo tranquilli a leggere: "Mamma, ho sete!", "Mamma, devo fare pipì", "Mamma, devo fare cacca", ... ARGH!!! E ci si rialza ancora una trentina di volte.
Ieri sera poi a peggiorare la mia condizione fisica già precaria è stata una cena con le mie amiche! Era una serata che attendevo da tanto perchè fa parte di quelle 3 sere all'anno in cui esco da sola e non ero disposta a rinunciarvi. La serata infatti non ha deluso le aspettative, è stata divertente come al solito... ma quando sono tornata a casa ero davvero distrutta!
E ovviamente stamattina è ricominciata la solita routine che non mi ha concesso scusanti o deroghe.
Ecco, non vi nascondo che adesso sono un po' stanchina...

mercoledì 29 settembre 2010

Un NON-talento

Credo di avere qualche dote, come tutti, ma sicuramente quando distribuivano il talento della perfetta massaia io sono andata un attimo in bagno.
In particolare, sono negata nello smacchiare i tessuti e nel curare le piante. Ma quando vi dico che sono NEGATA, non faccio la falsa modesta....
I bavaglini di FiglioPig sono pieni di macchie di ogni tipo perchè ormai ci ho rinunciato. Lo stesso vale per le tovaglie. Credo di non avere una sola tovaglia priva di macchie in tutta la casa. Per non parlarvi di tutte le magliette bianche che sono diventate ROSA o di quelle che sono diventate AZZURRE o peggio ancora GRIGIE.
La teoria la so, ma ho qualche impedimento nel realizzarla. Infatti ormai ci ho rinunciato. Se c'è una macchia, ne prendo semplicemente atto e me ne frego. Per me può stare lì dov'è, finchè la maggior parte delle volte, a furia di normali lavaggi si stanca e se ne va da sola.
Ieri però non so per quale stupido motivo mi è venuta voglia di mandare via una macchia di pizza dalla maglietta di FiglioPig.
Ecco il risultato:

Non so se dalla foto si capisce, ma la macchia è ancora lì. Tranquilla e beata. In compenso il colore no (in origine era una maglietta azzurra, tinta unita)!!
Insomma... una maglietta da buttare!
Ecco perchè generalmente scelgo di non smacchiare niente...

venerdì 24 settembre 2010

Educazione stradale


"Guarda FiglioPig, lì c'è una banca! Fermiamoci a prelevare!"
"No, mamma non possiamo! Siamo in multa!"
"Ma chicco, lascio la macchina in doppia fila solo un minutino per prelevare!"
"Non puoi, mamma. Il vigile ti fa la multa."
Segue resistenza passiva di FiglioPig che non ne vuole sapere di scendere dalla macchina finchè non è parcheggiata bene.
"Sì che possiamo. Per un minutino solo! Guarda: metto le doppie frecce. Vedi quelle lucine che lampeggiano?"
"Sì."
"Ecco, quelle lucine dicono che torniamo in un minuto e il vigile non ci fa la multa."
FiglioPig sembra finalmente persuaso, anche se non convinto al 100%. Finalmente scende dalla macchina.
"Mamma, come si chiamano quelle lucine?"
"Doppie frecce."
"Non ci fanno la multa con le doppie frecce, vero mamma?"
"No, FiglioPig." 
Almeno spero...


Che fatica, ragazzi!! Abbiamo insegnato troppi sani principi al ragazzo...

giovedì 23 settembre 2010

Chi trova un amico, trova un tesoro

Questa mattina è andata meglio del solito per una serie di coincidenze fortunate.
Prima fra tutte, FiglioPig si è svegliato di ottimo umore; talmente di buon umore che siamo riusciti a conservare il sorriso, sdrammatizzando anche su un piccolo intoppo mattutino: a causa di uno starnuto FiglioPig ha rovesciato inavvertitametne sulla tovaglia e per terra 250 ml di latte di riso con biscotti già mezzi sciolti (MaritoPig che è campione di perdita di pazienza in questi casi, si è subito alterato, ma alla fine siamo riusciti a rimediare senza accumulare eccessivo ritardo e senza ingigantire troppo un piccolo incidente di percorso).
Poi abbiamo incontrato davanti all'entrata della scuola un bambino più grande della sua sezione che gli ha detto allegro "CIAO MATTEO!" (ebbene sì, vi ho svelato il nome di FiglioPig) e lui era tutto contento ed orgoglioso. Era un bambino proprio grande che lo salutava ed era pure un saluto pieno di entusiasmo! Abbiamo visto poi questo bambino-grande salutare la sua mamma sulla porta della classe e correre a giocare tranquillo e FiglioPig mi ha detto che lui avrebbe fatto lo stesso, senza piangere, perchè era grande come quel bambino.
Infine, dulcis in fundo, quando siamo entrati abbiamo trovato Alessandro, il suo compagno di nido! Già perchè dovete sapere che nella scuola ci sono ben 4 suoi amici del nido, che però sono finiti in classi diverse e finora FiglioPig li ha solo intravisti in qualche raro momento di ricreazione comunitaria. Abbiamo però piacevolmente scoperto che uno di questi ha iniziato l'inserimento solo oggi ed è proprio in classe con lui. "Ciao Ale! Che ne dici se giochiamo insieme?" Con queste parole, FiglioPig si è allontanato da me, senza piangere disperato come ha fatto negli scorsi giorni, senza chiedermi di rimanere un minutino, senza avvinghiarsi ad una gamba come un koala su un eucalipto. E mi ha salutato da lontanto con la manina. Felice.

Come sono importanti gli amici nella nostra vita, fin da piccoli.

Il vero amico è chi ti prende per mano e ti tocca il cuore.”
- Gabriel Garcia Marquez -




mercoledì 22 settembre 2010

"La coppia senza fine", Gramellini

Dal "Buongiorno" di Massimo Gramellini, apparso su La stampa di oggi.


Ieri Sandra Mondaini e Raimondo Vianello hanno finito di morire. Avevano cominciato cinque mesi fa, quando si era esaurito il polo maschile della coppia.

Da quel momento la conclusione era nota: nessuna pila può funzionare con un polo solo. La salute precaria dell'attrice ha accelerato l'opera di ricongiungimento, altrimenti dovremmo concludere che chi sopravvive al proprio coniuge non lo abbia amato davvero. Eppure molti di noi conservano nell'album di famiglia una storia simile. Nel mio c'è una nonna romagnola che comandava il marito a bacchetta ed era così anticonformista nei gesti e autonoma nei giudizi che quando il nonno se ne andò a poco più di sessant'anni, tutti pensarono che per lei sarebbe stato l'inizio di una seconda vita. Invece l'anno dopo lo aveva già raggiunto nel paradiso dei borbottoni. Evidentemente era quell'uomo a trasmetterle l'energia che le serviva per tiranneggiarlo, ma anche per amarlo con una purezza che di rado mi è poi capitato di riscontrare altrove.

Sandra e Raimondo - i veri divi televisivi non possiedono cognomi - hanno recitato a beneficio di un intero popolo la storia autentica dell'Amore Possibile, che non è mai un'emozione violenta e fuggevole, come nelle pubblicità, ma un sentimento lento, difficile, a tratti noioso («che barba che noia!») e però capace di creare una realtà nuova. Il Noi. Occorre fare chiarezza su questo punto, perché il romanticismo deteriore lo ha spolpato di senso. Creare il Noi di una coppia non significa distruggere i due Io che la compongono, annullandoli fino all'abbrutimento. Anzi, il Noi cresce e si fortifica solo in quelle unioni dove le individualità conservano intatta la loro forza. Il Noi non sostituisce gli Io. Li affianca. E' una terza entità autonoma e non va confusa neppure con i figli, tanto è vero che prospera in moltissime coppie sterili: Sandra e Raimondo ne sono una prova.

Gli amici dell'uno o dell'altro osservano il Noi dall'esterno e ne danno quasi sempre un giudizio negativo. Sembra loro che nella fusione i due Io ci abbiano rimesso troppo. Gli estimatori di Hillary Clinton, per esempio, considerano Billary (il Noi) una zeppa messa lì per rallentarle la vita. E quelli di Vianello imputavano a Sandra & Raimondo (il Noi) la mortificazione professionale dell'attore, destinato a diventare il Peter Sellers italiano se l'incontro con una donna che era l'esatto opposto della milanese radical-chic non ne avesse deviato il talento verso i facili denari della televisione berlusconiana. Ma è sbagliato giudicare il prossimo imprestandogli le proprie nevrosi. Se una coppia resiste nel tempo, specie in un tempo come questo governato dal demone della precarietà, significa che ha trovato un equilibrio sano. Ha sublimato le sue emozioni in sentimenti. Lungo le montagne russe della convivenza, quella coppia potrà litigare, tradire. Potrà persino lasciarsi. Ma non troppo a lungo e mai fino al punto di spezzare il cordino invisibile che la tiene insieme: il Noi che le tradizioni spirituali, religiose e no, indicano come il traguardo verso cui tendono naturalmente tutti gli esseri umani. Anche quando lo negano. Perché l'unità di Uomo non è l'uomo. E' la coppia. E nel loro piccolo, che poi tanto piccolo non è, gli sketch di Sandra & Raimondo saranno sempre lì a ricordarcelo.

martedì 21 settembre 2010

Mamma tarata

Forse sono una mamma atipica. L'ho sempre sospettato e ne ho conferma ogni giorno di più.
Faccio un lavoro a tempo pieno, che mi tiene lontano da mio figlio per tutto il giorno già da quando era piccolo... ma mi piace e sono contenta! E' qui la tara: sono contenta di andare a lavorare!!
La scorsa settimana sono stata a casa 2 giorni e mezzo per seguire un po' più da vicino l'inserimento alla materna di FiglioPig. Sono stata contenta. Sono stata bene. Mi diverto con lui anche se adesso come adesso lo trovo un po' stancante a causa della mia panciona. Stanchezza a parte,sono stata molto felice di passare un po' di tempo insieme, in cui abbiamo fatto proprio i fidanzatini come piace a noi!! Giochiamo insieme con le sue macchine di Cars, disegnamo i camion dei pompieri, dipingiamo con gli acquerelli, guardiamo i cartoni insieme abbracciati sul divano.... e ci facciamo tante coccole!
Ho trovato anche il tempo, mentre lui era alla materna, di iniziare a smistare i vestiti di quando era piccolo per capire cosa sarà ancora mettibile da FigliaPig e cosa no [su questo magari farò un altro post!!].
Ma ecco la tara che mi rende una mamma atipica... Ieri sono tornata in ufficio.
Già sono tarata perchè ho scelto LIBERAMENTE e CONSAPEVOLMENTE di lavorare fino a un mese prima del parto, con un figlio di 3 anni già sul groppone e un impegno lavorativo di 8 ore. E in più sono super tarata perchè sono contenta di essere tornata in ufficio, dopo qualche giorno di ferie. Dovevate vedermi come entravo sorridente nel palazzo...
E non mi sento neanche in colpa nei confronti di FiglioPig, neanche quando era più piccolo e andava al nido.
Perchè ci ho provato a stare a casa a fare la mamma, ma ero una persona incompleta e in un certo senso svuotata.... Mi piace occuparmi dei Figli (della casa, no! :-) ) ma non ero felice a casa e alla lunga mi spegnevo, mi annoiavo terribilmente e mi deprimevo... Forse era la depressione post-partum, fatto sta che la cura miracolosa è stata tornare al lavoro!
Magicamente mi è tornato il sorriso, la voglia di fare e quando tornavo a casa ero serena, avevo tanta voglia di stare con FiglioPig e passavamo il tempo rimanente a giocare insieme, lui magari mi aiutava a cucinare, leggevamo storie, mi raccontava a modo suo la sua giornata (beh, nell'ultimo anno e mezzo... prima ovviamente facevamo altre cose adatte alla sua età!)... e vedevo che anche FiglioPig era più sereno e contento. Aveva una mamma a disposizione per meno tempo di prima, ma era una mamma più felice e collaborativa. Prima stava tutto il giorno con una mamma annoiata e musona, che non aveva neppure voglia di giocare e men che meno di cantare o leggere.
Ora inizio a preoccuparmi: tra meno di 3 settimane dovrò stare obbligatoriamente a casa, in maternità!
Sono abbastanza triste solo all'idea.... [Beh, non fate quelle facce! ve l'ho detto che sono tarata!!!]. Non voglio tornare ad essere la mamma triste, musona e svogliata che si trascina per casa, con zero voglia di vivere.
Come farò?!

sabato 18 settembre 2010

In attesa

31 settimane
33 settimane
Tra un aerosol e un inserimento alla materna, i giorni volano e FigliaPig, ignara di tutte le corse e le preoccupazioni di MammaPig (ignara... ma forse non del tutto!), se ne sta beatamente nel suo "nido", al riparo e al sicuro, e cresce. E partecipa a suo modo alla vita famigliare. Ogni tanto si stiracchia e punta i piedini tanto da farmi male. Piu' spesso dalla mia pancia spunta qualche bozzo duro (piedini, gomiti, ....?!)  che FiglioPig viene a toccare entusiasta, dicendo che quella e' la sua sorellina. Ancora piu' spesso fa qualche ballata e la mia pancia sembra posseduta da alien e lo trovo divertente, oltre che bello. Ogni tanto capita anche che le venga il singhiozzo e questa cosa piace da impazzire a Figlio Pig.
FigliaPig + FiglioPig
Qualche giorno fa abbiamo fatto l'ultima ecografia ufficiale di controllo (per fortuna tutto bene!) in cui, tra le altre cose, l'abbiamo vista aprire la bocca e tirare fuori la lingua. Che carina!!!! Me la immagino gia', minuscola e perfetta (spero!) come solo un neonato puo' essere. Ogni volta che vedo un bimbo appena nato rimango sempre stupita dai loro occhietti, dal nasino, da quelle manine ... cosi' perfetti e nello stesso tempo cosi' piccolini. E pure "funzionanti"! Cioe' sono vivi, quel piccolo cuoricino batte, il pancino digerisce, le manine si muovono e stringono, i polmoncini respirano. Mi sembra davvero impossibile che possano formarsi cosi' nella pancia della mamma... lo so che esiste una spiegazione scientifica, so come funziona (almeno a grandi linee!!! :- )  ) e non c'e' niente di irrazionale o misterioso, ma nonostante questo, continua sempre a sembrarmi una magia. E mi emoziona incredibilmente.
La vita.


mercoledì 15 settembre 2010

Primo giorno di materna

Il primo giorno alla scuola dei "grandi" è andato. FiglioPig ormai preparato da giorni e giorni al grande evento non ha neanche pianto, anche se sinceramente non posso dire che si sia divertito granchè... Le classi sono miste (ovvero bimbi di 3,4,5 anni tutti insieme) e nella sua sezione i bambini più grandi non l'hanno -ovviamente- considerato. I bimbi della sua età erano invece solo 2 perchè stanno facendo inserimenti scaglionati, ma -piccini- hanno passato la maggior parte del tempo a piangere....

"FiglioPig, cosa hai fatto oggi nella nuova scuola?"
"Ho fatto pipì nel bagno con la porta chiusa.
Sono andato in Chiesa*. Ma Gesu' è morto purtroppo."
"Ah.  <silenzio imbarazzato>
Ma poi siete andati in cortile a giocare?"
"Sì, ma i bambini non mi facevano andare sulle macchinine."

Che bella la scuola nuova, FiglioPig.  -_-

*Purtoppo abbiamo avuto la malaugurata idea di iscrivere FiglioPig ad una scuola convenzionata con il nostro Comune, gestita da SUORE.... Io sono già super pentita! Per fortuna le maestre sono laiche, ma le suore girano continuamente fra le classi.... e sono inquietanti!!!! Perdonaci FiglioPig!

lunedì 13 settembre 2010

Festa per mamma pigra

Tra un mese esatto FiglioPig compie 3 anni.

Da almeno 4 mesi sta facendo il conto alla rovescia... ovvio che il suo concetto di "conto" e di "rovescia" è relativo. Diciamo allora che è da 4 mesi che continua a parlare del giorno in cui compirà 3 anni e diventerà ADULTO. Sì. Dice proprio così. Noi abbiamo rinunciato a dirgli la verità: nano sei e nano rimani, anche con un anno in più.
Io ho provato a spiegargli che bisogna avere tanti tanti anni per diventare adulti, che la mamma è diventata adulta da poco (direi solo 3 anni fa!!), che almeno deve pagarsi autonomamente vitto e alloggio, nonchè arrivare a lavarsi i denti senza scaletta. Però alla fine ho desistito. E ho deciso che voglio organizzare una bella festa di compleanno per festeggiare il suo passaggio all'età adulta!


Quando lui compirà 3 anni, io sarò alla 37esima settimana di gravidanza.

Ne consegue che:
  • la festa non si farà a casa nostra perchè mi è bastata la festa dei 2 anni per capire che i disastri che possono fare un gruppo di bambini insieme potrebbero portarmi a partorire istantaneamente;
  • sono animata dalla sincera intenzione di fare il meno possibile (dal cibo agli addobbi, dall'intrattenimento alla pulizia dello spazio affittato).

Per queste due semplici ragioni, sono propensa a rivolgermi a chi fa queste cose di mestiere. In particolare, pensavo di chiedere informazioni all'ex-Nido di FiglioPig che offre anche questo servizio, con varie formule: affitto sala + animazione, affitto solo sala, solo animazione, feste a tema (es. mini olimpiadi, caccia al tesoro, ecc), ...

Gli scrupoli che mi faccio sono:
  1. il costo.... è ovvio che non voler alzare un dito ha la sua bella contropartita!
  2. la serenità di FiglioPig: sarà un problema per lui ritornare nel suo vecchio nido e magari rivedere le sue adorate maestre, dopo solo 3 settimane di scuola materna (quindi presumibilmente ancora in piena fase di "adattamento")?! Non vorrei gli venisse nostalgia e facesse poi i capricci per andare alla nuova scuola...
Ammetto che questo secondo scrupolo può essere totalmente ed esclusivamente nella mia testa. Voi che dite?


PS per Quasisposa: non mi consigliare di fare la festa da Saltipazzi... non ci avranno mai!!!!

sabato 11 settembre 2010

Buoni propositi (2)

Quando nascera' FigliaPig dovro' tenere a mente di (in ordine sparso): 
  • non cedere alla tentazione di tagliarmi di nuovo i capelli a zero (o quasi!);
  • continuare ad andare mensilmente dall'estetista;
  • andare personalmente a fare shopping natalizio, anche se la nana avra' solo 1 mese;
  • trovare il tempo di fare l'albero e addobbare la casa, anche se la nana avra' solo 1 mese (ma con FiglioPig per casa, sara' impossibile non farlo! e meno male!!!);
  • ritagliarmi del tempo per il blog --> importante per la salute mentale (mia!)
  • ritagliarmi del tempo per mantenere i contatti con le mie amiche e con le colleghe (anche solo tramite mail, skype, facebook ... sarebbe un gran successo!)
  • non vestire FigliaPig esclusivamente con i vestiti di FiglioPig.... sono anche io la sorella minore di un maschietto e so bene cosa significa e quali traumi ci si porta dietro fino all'eta' dello sviluppo (ossia finisce che tutti ti scambiano per un maschietto!)
Molte di queste cose possono sembrare scontate, ma con FiglioPig -nato piu' o meno nello stesso periodo dell'anno- sono riuscita a fallirle praticamente TUTTE (tranne l'ultima cosa dei vestiti ma solo perche' era il primo figlio!).



A proposito di LISTE di COSE.... questa mattina siamo finalmente riusciti a terminare gli acquisti per la materna! Sembrava una missione impossibile e invece ce l'abbiamo fatta! Ma purtroppo non e' finita... devo ancora ETICHETTARE grembiulini, lenzuolini, coperta, bavaglioli, tovagliette, .... forse inizia adesso la vera missione impossibile! sigh...

venerdì 10 settembre 2010

Farfalline di carta

Prendendo spunto da HomeMadeMamma, qualche giorno fa abbiamo fatto delle belle farfalline per addobbare la porta della cameretta.  Il risultato non è paragonabile a quello presentato nelle immagini di HMM, ma è stato tanto bello e divertente fare questa attività insieme a FiglioPig. E quindi vi mostro con orgoglio e soddisfazione il nostro lavoro di squadra...




mercoledì 8 settembre 2010

Preparativi

Tra una settimana esatta si comincia la nuova avventura: la scuola materna! L'elenco di cose da comprare è abbastanza lunga e noi siamo a quota.... ehm, 1: il primo grembiulino. Solo in questi giorni abbiamo conosciuto la nuova maestra (quella dei BLU!!) e abbiamo ottenuto l'elenco preciso delle cose da comprare.



Purtroppo nei supermercati sembra che siano passati gli Unni, perchè sono rimasti solo più i rimasugli e perciò ci siamo dovuti accontentare di una specie di Dragon Ball ricamato perchè non c'era altro. Ovviamente FiglioPig non sa nemmeno chi sia Dragon Ball (almeno per il momento)... vabbè, dai! poteva andarci peggio! Potevamo trovare solo il grembiulino delle Winx...

martedì 7 settembre 2010

Buoni propositi (1)



Ecco la nanna, alias "Mirtilla". Fa parte del primo buon proposito che consiste nell'usare "la nanna" per far abituare fin da subito la piccola ad addormentarsi da sola nella propria culla.
Ho letto questo consiglio sul libro di Tata Lucia "Fate i bravi. 0-3 anni"  (che ahimè è uscito solo un annetto fa.... dov'eri Tata, 3 anni fa?!?!!!!!!) e conto di sperimentarlo fin da subito.
In breve, Tata Lucia suggerisce di comprare una "nanna" (ossia uno di quei pupazzi che hanno il corpo fatto come un morbido fazzoletto) già durante la gravidanza e di tenerla a letto con sè in modo da farla impregnare del proprio odore. Quando il pupetto nascerà, lo si dovrà far addormentare nella propria culla/lettino mettendogli vicino la nanna... per lui sarà un vero e proprio surrogato della mamma e si addormenterà tranquillo, DA SOLO.
Funzionerà?? Voi avete esperienze in merito? Suggerimenti? Consigli?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails